Silhouette | Vacanze: se non lo fotografi non è mai successo (I parte)

Le vacanze sono iniziate e dopo la prova costume si affronta la prova fotografia. Quotidianamente gli smartphone dominano, ma in vacanza difficilmente si rinuncia a scattare con la macchina fotografica: se non lo fotografi (meglio se con una macchina fotografica) non è mai successo!

Pensando agli scatti che preferisco fare in vacanza, ho deciso di scrivere un post in tre parti dedicate a tre diverse tematiche con relativi e semplici consigli tecnici che sicuramente vi torneranno utili.

La prima è la silhouette, ossia l’immagine che rende solo i contorni e la sagoma di un soggetto in controluce. Per la silhouette, il primo fattore di cui tener conto è la posizione della fonte luminosa: il soggetto è in controluce, ossia posizionato tra la luce e la macchina fotografica. Di norma, la fonte luminosa si nasconde dietro al soggetto in modo che i raggi luminosi non entrino direttamente nell’obiettivo, pregiudicando la qualità dell’immagine. Il momento ideale per scattare silhouette è al tramonto o quando il sole è molto basso sull’orizzonte.Silhouette al tramonto, Formentera

Il soggetto deve essere facilmente riconoscibile: per esempio, nel caso di un primo piano in silhouette è bene che il soggetto si posizioni di profilo altrimenti diminuirebbero i punti di riferimento e il risultato sarebbe un cerchio nero. Nel caso in cui ci siano più elementi in silhouette (ad esempio, la sagoma di una persona e un albero poco dietro) è bene fare in modo che questi non si sovrappongono: più le forme sono ben definite e meglio è.
Silhouette al tramonto, Migjorn,Formentera

Per prendere l’esposizione corretta per una silhouette, ci si rivolge al punto più luminoso, addirittura contro il sole stesso. Da questo momento, non badando più all’esposimetro, si pensa all’inquadratura. Se il risultato è troppo sottoesposto o sovraesposto, applicate le dovute correzioni.
Silhouette al tramonto, Roma

In ultima battuta, per una silhouette:

  • Non usare mai il flash
  • Usare un diaframma molto chiuso in modo da avere un’ampia profondità di campo
  • Provare a giocare con eventuali trasparenze di materiali (ad esempio, una vetrata o una foglia)
  • Considerare eventuali elementi che possono fare da cornice alla nostra composizione

Fate i vostri esperimenti di silhouette e, se volete, linkate qui sotto le vostre immagini così le commentiamo insieme!

Leave a Reply