Perché tanti Megapixel (MP) non fanno una fotografia di qualità?

Da un po’ di anni a questa parte, siamo bombardati da pubblicità di macchine fotografiche, per lo più di compatte digitali, incentrate su una vera e propria gara tra prodotti che lascia sempre intendere come migliore quello che ha più Megapixel in assoluto. Ciò che al pubblico generalista può sembrare un aumento numerico che semplicemente segue la crescita del progresso tecnologico, di fatto non è altro che una mera speculazione commerciale priva di alcun fondamento.

Un Megapixel corrisponde a un milione di pixel. Il termine pixel deriva dalla contrazione di picture e element e definisce gli elementi puntiformi che compongono l’immagine digitale. La quantità di pixel determina solamente la dimensione dell’immagine e, di conseguenza, la massima dimensione di stampa della stessa. Ad esempio, se la quantità di pixel è pari a 6 Megapixel (l’equivalente approssimativo di un’immagine di 2000×3000 pixel) significa che l’immagine è stampabile professionalmente (300 dpi) al formato massimo di 20×30 cm e a casa (per esempio, 100 dpi) fino a 50×70 cm prima di iniziare a perdere definizione.

La definizione dell’immagine non è data dai pixel, né tanto meno dai Megapixel, bensì dalla qualità della lente e dalla grandezza del sensore, la nostra pellicola. Se la lente è scadente, si ha un’immagine di bassa qualità e non definita, indipendentemente dalla quantità di pixel. Per assurdo, se si ha una lente scadente, ma un numero esagerato di Megapixel significa semplicemente che si potrà stampare in formato molto grande un’immagine che comunque rimarrà di bassa qualità e non definita! Inoltre, un’immagine con molti pixel occupa molta memoria.

Facciamo qualche esempio pratico. I monitor WQXGA, come i televisori di ultima generazione superiori al full HD, hanno una risoluzione di 2560×1600 pixel, pari a circa 4 Megapixel. Quindi se le nostre immagini digitali le utilizziamo esclusivamente per una visualizzazione su schermi (siti web, social network, blog…) e raramente anche per stampe di piccolo formato, saranno già sufficienti pochi Megapixel.

Tabella MEGAPIXEL ita

Un ulteriore esempio molto attuale lo troviamo nella pubblicità di uno degli ultimi smartphone Nokia: il Nokia Lumia 1020 che ha 41 Megapixel. Ciò significa che permetterebbe delle stampe commerciali (100 dpi) di circa 2×1,30 metri. Secondo voi è possibile stampare un cartellone pubblicitario ben definito da un’immagine fatta con un cellulare con una lente grande pochi millimetri? Proprio per questo, il mio consiglio all’amatore che possiede una macchina fotografica da 5-6 Megapixel è quello di valutare la lente e il sensore più della quantità dei pixel.

Leave a Reply